Rispettare i diritti umani e del lavoro lungo tutta la catena dell’indotto del cacao e opporsi allo sfruttamento del lavoro minorile.

Le Aziende del cioccolato devono garantire il rispetto dei diritti umani e condizioni di lavoro dignitose, in piena attuazione dei principi riconosciuti a livello internazionale come definiti dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e dall'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL). Solo in Costa d'Avorio e nel Ghana quasi 2 milioni di bambini lavorano nelle piantagioni di cacao, centinaia di migliaia di loro lavorano in condizioni non consentite dalle norme internazionali. A causa di queste gravi ingiustizie nella produzione del cacao, le aziende devono soprattutto opporsi allo sfruttamento del lavoro minorile in conformità con le Convenzioni OIL 182 e 138.